Come funziona

Per poter provare OrarioWeb bisogna prima di tutto registrarsi.

Successivamente si inseriscono le caratteristiche del quadro orario, cioè il numero di giorni di lezione settimanali (cinque o sei) e il numero massimo di ore di lezione giornaliera.

Nella fase successiva si inseriscono i dati principali dei docenti (nome, cognome, numero di ore, numero massimo ore buche) e delle classi (sigla, numero di ore, eventuale sede).

A questo punto si possono inserire le lezioni, per classe o per docente.
Per esempio, docente Carlo Bianchi, 4 ore in 3A per Matematica, 2 ore in 3B in Informatica, di cui 1 ora in compresenza con il docente di laboratorio, Mario Rossi.

Una volta definite le lezioni, si procede all'inserimento dei vincoli, globali e relativi ai docenti.
I vincoli globali sono relativi all'intera scuola, possono essere utilizzati, per esempio, per imporre l'uscita di tutte le classi nell'ultima ora del sabato.

I vincoli relativi ai docenti, possono riguardare il giorno libero o le ore in cui i docenti sono in servizio in altri istituti.

Dopo la conclusione delle operazioni di configurazione e inserimento è possibile procedere alla generazione automatica dell'orario selezionando la pagina apposita.
Il sistema verificherà la correttezza e coerenza dei dati inseriti, informerà l'utente nel caso di errori e quindi procederà alla generazione dell'orario.
L'elaborazione dura normalmente qualche decina di secondi.

A questo punto si dispone di un orario utilizzabile, con l'apposita voce del menù si analizzerà l'orario, se non si riscontrano casi da rivedere, si può stampare l'orario, scegliendo la stampa più adatta (orario docenti, orario classi, orario compatto, stampe pdf o xls, etc.)

Ovviamente e possibile procedere alla correzione manuale dell'orario, utilizzando la specifica applicazione dotata di interfaccia grafica.

La versione di prova è soggetta a alcune limitazioni, leggi le condizioni d'uso versione di prova.

Buona navigazione!